I lavori di Orobicambiente

Come già avvenne per il viadotto di Porta San Lorenzo – vedi l’articolo e il successivo lavoro – l’intervento di pulizia dei Volontari di OrobicAmbiente sul muraglione medioevale di via San Lorenzo non solo ha reso alla città la perfetta visibilità di un luogo storico importante ma ha segnalato ai responsabili dell’Amministrazione cittadina una situazione di reale pericolo su un percorso cittadino molto frequentato.
Qui sotto le immagini di prima e dopo l’intervento.
161028 prima dopo - orobicambiente - via S_Lorenzo 161119 crepe s-lorenzo b - corsera 161119 crepe s-lorenzo b - eco

Un plauso ai cittadini che partecipano alla pulizia e al decoro della nostra Città

Si può dire che finalmente anche i cittadini proprietari di luoghi che per la loro visibilità risultano essere di particolare importanza per il segnale di interesse che si da a tutta la città e ai turisti che la frequentano, si stanno muovendo. E’ il caso della valletta di Colle Aperto (che non è altro che la parte superiore della Valverde, tagliata dalla cortina di Porta San Lorenzo, e che è parte importante del Parco dei Colli) che, dopo anni di impegno dei nostri volontari, vede finalmente la partecipazione dei cittadini proprietari. Resta forte l’invito all’Amministrazione Comunale affinché intensifichi l’attività di sensibilizzazione di TUTTE le proprietà private di luoghi di interesse cittadino; tra queste in particolare quelle confinanti, sopra e sotto, le Mura di Bergamo.160926 pulizia valverde - eco

…come disincentivare il Volontariato

La serietà e l’impegno della nostra Associazione è stata molte volte testimoniata e in molte circostanze riconosciuta sia da cittadini che da organizzazioni e Istituzioni. Non si può richiedere ai nostri Volontari che, oltre che al tempo e alla fatica, che non è proprio poca, mettano anche a disposizione della comunità anche i propri soldi per comperarsi gli attrezzi, i mezzi e gli indumenti che si consumano per l’attività svolta. Eppure molte cose sono state fatte grazie alle offerte di generosi sostenitori e sacrificando altro tempo e fatica per qualche lavoretto per il quale veniva richiesto un piccolo contributo. E altri sacrifici sono stati fatti per fare tutte quelle cose che sia la sicurezza che la burocrazia richiedevano per operare secondo tutte le norme vigenti. Ma ora le casse sono proprio vuote e per potere fare un lavoro, che anche il Comune ritiene indispensabile e che fatte fare da ditte specializzate costerebbe allo stesso diverse centinaia di migliaia di euro, necessita proprio di un minimo di sostegno pubblico, sia “morale” che materiale. E di questo sostegno si sente la mancanza proprio in un momento importante, quando lo sforzo è al massimo per permettere alla città di dare di sé una buona impressione al Comitato Unesco che si prepara ad una prossima ispezione per verificare l’impegno promesso nella richiesta di riconoscimento. Da qui, con grande rammarico, la nostra amarezza espressa e ripresa dalla stampa di questi giorni. Ovviamente, mentre proseguono i nostri lavori per il Parco dei Colli e per altre cittadine limitrofe,, come nel carattere della gente bergamasca, resta intatta la speranza che presto le difficoltà incontrate in città vengano superate.
160514 Orobica sciopera

Assemblea annuale di Socie e sostenitori

Si è svolta presso l’auditorium del Seminarino in Città Alta, l’annuale assemblea dell’Associazione. Come sempre in un’atmosfera di amicizia e cordialità, il Presidente Giacomo Nicolini e il vice-Presidente Diego Marsetti hanno, con le rispettive relazioni, riassunto le principali attività svolte nel 2015 e tracciato il percorso delle prossime.
Dopo una breve proiezione di significative immagini degli interventi effettuati, come tutti gli anni sono state distribuite le targhe di riconoscimento ai cittadini che, in modo particolare, hanno sostenuto le iniziative dell’Associazione.
nuovo-1151129 orobica a secco -OA