inizia l’Agosto 2018: si lavora a 36°…

20180804_134117

simbolo_fondo_scuro_7203Seguendo le indicazioni del “Regolamento per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani” del Comune di Bergamo, la zona di intervento prevista è quella retrostante il muretto di raccordo (di cui alcune parti a rischio di crollo) tra l’orecchione modificato del baluardo S.Alessandro e la faccia occidentale del baluardo S.Giovanni. L’ingresso si presenta subito come uno dei tanti in cui i Volontari si sono buttati a capofitto…

Ma piano piano e con pazienza e, dall’ingresso, è infine possibile intravvedere, alla fine del muretto, l’orecchione del baluardo S.Alessandro. Si ripongono gli attrezzi e si ricaricano sui mezzi per tornare alla piccola sede per fare manutenzione e preparare la prossima uscita.

Luglio 2018… è l’ora del Baluardo Sant’Alessandro

E’ Luglio, sabato pomeriggio, mentre ogni normale cittadino, dopo una settimana di lavoro, pensa magari di andarsi a rinfrescare sulle rive di un lago, quei pazzi di Volontari si mettono a ripulire il fianco ritirato del Baluardo Sant’Alessandro!
simbolo_fondo_scuro_7203Anche questa è un’iniziativa prevista dal “Regolamento per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani” del Comune di Bergamo. Ottenuto dall’Assessorato all’Ambiente l’accesso alle proprietà (Comune stesso più Bar/Ristorante Marianna sopra e Seminario Vescovile sotto) e dopo un primo intervento di una ditta munita di automezzo con cestello, restava la manutenzione di tutte quelle parti rese inaccessibili da un deposito di materiale inerte.

La visione non proprio entusiasmante del nostro baluardo, come appare ai frequentatori di Maps, da un’idea di quando si potrebbe fare per rendere giustizia a questo monumento non solo liberandolo dagli infestanti ma rendendolo visibile.


Altre foto dell’area si possono trovare nella pagina degli album fotografici